Servizi
Contatti

Eventi


A stupirci, nella lettura di Abbandonare Troia del poeta siciliano Lucio Zinna, è la prorompente comunicativa che egli lascia sgorgare attraverso i suoi versi cristallini e spontanei.

Ci troviamo di fronte ad un’esperienza coerente, mantenuta su una nuova linea di ricerca e basata su una ritmica che trasfigura la tematica “domestica”. La novità sta appunto nello sforzo di costruire un discorso poetico al di là del frammento già risolto, raggiungendo così quella dimensione vasta, quel respiro valido come testimonianza, della nostra condizione umana. Sorregge questo impulso una notevole abilità descrittiva: la capacità dell’analisi interiore, il senso del tempo e delle stagioni, la possibilità di risalire alla coscienza dell’uomo per mezzo di una garbata “ribellione”.

Zinna pare usare la poesia come «voce alternativa» ad una società postindustriale immersa nei giochi di potere, avida soltanto di benessere senza limiti, dove i sogni non trovano ostacoli.

Qui il discorso è meno aperto alle suggestioni liriche, ma qui è il punto di arrivo di questa indagine che riflette il dolore dell’esistenza.

Proprio di fronte a questa realtà drammatica, il poeta scopre una nuova coscienza che offre la ragione di vivere nella forza documentaria della parola: «Imparo ogni giorno a costruirmi questa vita | contro visibili storture sotterranei tentativi | di sopraffazione spesso disancorato cerco | rammento propongo ampliamenti progressivi di umani | spazi ulteriori conquiste di civile dimensione».

Di Lucio Zinna abbiamo letto anche Il ponte dell’ammiraglio e altre narrazioni (Romano Editore). Si tratta di elzeviri e racconti, in parte già pubblicati su giornali e riviste, qui ordinati e annotati in un’unica raccolta. Il suo stile è scorrevole ed asciutto, le idee sono spolpate da situazioni intermedie e le narrazioni si basano essenzialmente sull’intensità e a volte sull’ironia delle situazioni.

Questo libro contiene pagine veramente notevoli per ritmo narrativo, per vigore descrittivo, per acutezza di indagine su fatti, personaggi e costumi.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza