Servizi
Contatti

Eventi


Con questo nuovo libro la poetessa ha vinto, in assoluto, prestigiosi premi, tra i quali: Santa Maria in Castello, Historium, Santa Margherita; ed ancora i secondi premi al Città di Pompei, I1 Portone, Maestrale, Iniziative Letterarie, L 'Aquilaia, nonché molte segnalazioni di merito.

Ancora una volta Maria Luisa Daniele Toffanin ha confermato la sua vocazione poetica attraverso pagine che testimoniano di un cammino poetico e umano che si para di fronte alla storia, alla morte, al destino, alla solitudine, al dolore: con una parola, fragole e nuda, che precisa il suo essere tra incanto e perdita. E si colgono paure, solennità, il farsi medesimo del vivere, il disfarsi del mondo e tutto appare in una abbacinante, dolente, lucidissima preghiera; e la poesia narra e musica il sentimento della natura e dell'uomo.

Niente di idillico, ma tutto è scopertamente trattenuto sul filo di una composta misura, senza enfasi turgori né sdolcinati abbandoni, ma ritagli di un mondo che la poetessa si porta dentro come segreti di favole antiche e sospensioni magiche.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza