Servizi
Contatti

Eventi


Un simpatico affresco è questo libro di Francesco Capomazza che nelle pagine ripercorre, a ritroso, nel solco di una memoria spumeggiante gli anni della propria giovinezza: ed in questo arco di tempo affiorano gli anni del dopoguerra, lo scenario di una Italia in rovina e da ricostruire, con una cronaca che prende l'anima dove i sentimenti scorrono fluidi come acque torrentizie.

E nel solco della memoria riappaiono volti cari dei parenti, degli zii, degli amici; e fanno capolino i primi amori teneri e delicati, le prime tenerezze.

Lo scrittore ha ricostruito una sua vita. Lo ha fatto con limpidità di accenti, rendendo omaggio all'età verde, quella che lo ha visto maturare nei rapporti col mondo che lo circondava. Ed ha consentito di immaginare di entrare, al lettore, in un lungo cammino pieno di energie e di insegnamenti.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza