Servizi
Contatti

Eventi


Francesca Pansa, nella sua attività di giornalista, si è spesso confrontata con brutali fatti di cronaca di donne abusate, violentate, maltrattate, fisicamente e psicologicamente, da una metà del cielo sempre più aggressiva nella perdita di un ruolo stereotipato.

Nel volume Donne che odiano gli uomini l'autrice racconta vicende drammatiche con l'asetticità di una cronista di stirpe e insieme con l'appassionato coinvolgimento di donna. La mamma di Elisa Claps, le figlie del mostro di Firenze, la pakistana Hiina assassinata a Brescia dai parenti maschi perché voleva vivere all'italiana, le giovanissime prostitute giunte dall'Est, le vittime di stalking, solo per citarne alcuni, sono fra i più emblematici esempi di tragica esistenza che ha lottato e lotta contro un’arretratezza culturale affinché il rapporto uomo-donna diventi quello di rispetto e amore reciproci. Con quest'opera, Francesca Pansa vuole sollevare il velo di silenzio e ipocrisia che troppo spesso ancora circonda un tema fra i più scottanti e ignorati della nostra 'civiltà'.

18/08/2011

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza