Servizi
Contatti

Eventi


Il mercato delle idee

È in libreria Il mercato delle idee, ultima pubblicazione postuma di Francesco Belluomini indimenticabile poeta e già Presidente del Premio Camaiore. L'opera, voluta dalla devota vedova Rosanna Lupi, attuale presidente del Premio Camaiore, compendia il lavoro realizzato dall’autore poco prima della scomparsa, ed è stata pubblicata dalla Di Felice Edizioni 2021 nella collana il Gabbiere con la Prefazione di Vincenzo Guarracino e la Postfazione di Federico Migliorati. In copertina un dipinto del Maestro Giuseppe Lippi. Entrambi i critici evidenziano con profonda sensibilità la cifra stilistica e contenutistica della versificazione, espressa dalla tessitura di significanti endecasillabi in cui si alternano molteplici incombenti tematiche della nostra contemporaneità e inquietudini interiori. È paradigmatico già il titolo della raccolta introdotta in esergo da emblematici versi: “Si è aperto uno strano mercato / si vendono idee… / Hanno idee per piangere un lutto / per tingere in blu le scritte sui muri; / hanno idee per giocare alla vita / per tenere legata una coppia di sposi; / hanno idee ma… costano poco.” Belluomini rende partecipe il lettore delle emozioni e degli insegnamenti appresi dalla sua vita di uomo di mare navigando tra porti, attracchi, luoghi e popoli diversi, “tenendo barra ferma del timone… tra tanti variegati menestrelli / latori di laconici messaggi” che avrebbero potuto influenzarsi la sua esistenza, conservando sempre una forte empatia verso l’altro da sé.

Il mercato delle idee, declinato in nove sezioni, avvicenda la memoria autobiografica a quella tesa alla ricerca della verità sui tragici accadimenti storici della Shoah ripercorsi con drammatica commozione nella densa sezione 'Voci dall'inferno', evocatrice di incancellabili strazi, sullo scenario delle deportazioni nei campi di concentramento.

Tra umane e “Marittime vicende” si eleva il messaggio del poeta, la sua eredità spirituale che i versi rigenerano con potenza in nuova linfa.

«Ideale conclusione del libro di una vita, – scrive nella prefazione Vincenzo Guarracino – "Il mercato delle idee" mette in tavola tutte le carte del narratore-poeta la cui ora di gloria sembra finalmente arrivata, sotto forma di una scrittura avvolgente e interminabile strutturata sui ritmi endecasillabici di una sorta di poema epico di un'età senza epica, in cui a campeggiare è un Uomo Solitario, preso nel suo sogno di Poesia, lasciandoci la nostalgia delle imprese dei Grandi Eroi sulla scena di un impossibile Opus Maximum.» E nella Postfazione, Federico Migliorati evidenzia come “Belluomini, più che mai con questo suo testo postumo, ci rende partecipi di una verità senza macchia: le sue idee, professate durante l’intero tragitto terreno, non sono in vendita, come invece sempre più spesso accade in questo nostro tempo di tregenda”.

Francesco Belluomini (Viareggio 1941-Camaiore 2017), inizia la sua attività poetica nel 1975 e nel 1977 entra nella cinquina dei libri finalisti del Premio Viareggio con la sua opera prima L’altro io (Ed. Campobasso). La sua vena poetica lo porta a dare alle stampe numerosi libri, risultando una delle penne più incisive del panorama letterario del secondo Novecento italiano. Nel 1981 è ideatore e fondatore del prestigioso Premio Letterario Camaiore. Nel suo viaggio letterario ricevuto molti riconoscimenti nazionali e internazionali tra cui nel 2011 la presentazione del suo libro “Occasioni di poesia”, Ed. Tracce, all’interno del quadro delle manifestazioni indette dall’UNESCO e il Premio dell’University International di San Francisco, California.

Alcune sue opere sono state tradotte in diverse lingue ed è presente in tante significative monografie curate dai maggiori esponenti del mondo letterario contemporaneo.

2 maggio 2021

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza