Servizi
Contatti

Eventi


Le punte del cerchio

Le punte del cerchio ovvero “Il Paradiso siamo noi. | Se noi siamo il Paradiso, | non oso immaginare l’Inferno.”: è questo l’emblematico incipit dell’opera prima di Giampiero Margiovanni, il giovane e promettente autore che, con deciso accento lirico, percorre metaforicamente ricorrenze già accadute “per poter formare un giorno | un’opinione in futuro”.

Lo stupore “che vale più di mille parole”, pur battuto da un vento devastante e lacrime di sangue cadute su aspettative crollate, si fa testimone del “vivere ogni attimo | Come se fosse l’ultimo” perché “l’unico sbaglio rimane quello | di non fare”.

Le liriche della raccolta, coerentemente unificate in un simbolico tragitto, riverberano emozioni e sentimenti di “Amore, amicizia, rispetto, […] Per evitare che tutto si dissolva | nel nulla”.

Su sprazzi di ricordi d'infanzia e scenari realisticamente metropolitani “come le ciminiere sui tetti”, l’omertà e l’incoerenza regnano sovrane e magra è la consolazione, ma il realismo, tradotto in pensiero poetico, evoca un’indagine introspettiva e lessicale di approdo e di saggezza, per tornare “nell’attimo di pace”. Margiovanni sperimenta una vasta gamma di emozioni, espresse con sensibile inquietudine e intervallate da pause di speranze, che infrangono la tensione di “un silenzio assordante” in “una storia, | ancora una volta, | ancora in rima”.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza