Servizi
Contatti

Eventi


"…parlarti di ciò che la mia generazione ha sofferto (…) forse qualcuno ti dirà che stai perdendo il tuo tempo, che quella della poesia è una strada che non porta in alcun luogo…". Così, nella lettera dedicata al giovane amico Giovanni, Luciano Luisi introduce ricordi, pensieri, fatti.

E accompagna in un viaggio attraverso la storia della poesia in ogni sua forma, parla di quella 'sliricizzata', letta in pubblico, delle '7' vocali, della lezione indiana e di Verlaine. Si avvicendano i cruciali eventi del secolo, gli incontri con Neruda e Yevtushenko, la scuola editoriale di Vittorini e degli artisti a Roma nel periodo postbellico, tutti i grandi uomini che spesso i giovani ignorano e che costituiscono patrimonio culturale dell’umanità. Per giungere, via via, a considerare il valore educativo della televisione, l’inno di Mameli che unisce l’Italia, le Fosse Ardeatine, la brevità della vita, la vecchiaia, la morte: Pascal, il Vangelo, l’ansia di Dio. Come si legge nella quarta di copertina, Luciano Luisi è "Poeta fra i più noti fin dal suo esordio nel dopoguerra, ha vinto molti premi con una ventina di raccolte alle quali si affiancano libri di narrativa e di saggistica letteraria e artistica. La sua poesia 'ci richiama senza soste alla nostra responsabilità di figli del tempo, di consumatori di vita' – scrive Geno Pampaloni –. Giornalista, prima come redattore di terza pagina nel quotidiano 'Il Popolo', è entrato nel '53 in televisione (dove si è dovuto 'inventare' il mestiere di telecronista e di conduttore), diventandone un protagonista che 'ha creato un genere che in seguito ha espresso solo modesti epigoni'" – aggiunge Aldo Grasso.

Appassionato collezionista di conchiglie e d’altro ancora, cultore di ogni forma di bellezza, diviso dalle sue sofferte contraddizioni, le ha poi sempre conciliate nel costante, pieno, sentito amore per la vita e nella grande speranza che si manifesta dalla fede.

16/09/2011

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza