Servizi
Contatti

Eventi


Canzoniere dell'angelo di Terra

Tutto comincia da una visione: un angelo sopra un albero ancora invernale ma con iniziali germogli in prossimità della primavera. Un angelo diverso da quello classico a cui siamo abituati e che abita i cieli. Un angelo che abita la terra.

Da qui parte l’avventura straordinaria del Canzoniere dell’angelo di Terra di Giovanni Sato e le poesie del libro tracciano un percorso dal visibile all’invisibile, in quel perenne e inquieto anelito a una realtà più alta, una realtà che resta terrena ma che è invasa nella sua immanenza materiale da un soffio spirituale vivificante. In una lotta di continuo autoperfezionamento, tra inganni e apparenze, miraggi e abbagli, la poesia rappresenta mirabilmente il percorso ascensionale con ardite metafore e per mezzo di una vera e propria sinfonia di vasto respiro.

L’indicazione che viene dai versi intensi tra incanto e rapimento di questo canzoniere, in relazione alla questione del senso e del valore della vita umana, sta nel riconoscimento dell’incontro misterioso tra finito e infinito, tra tempo ed eterno. E il poeta raffigura in modo fulminante la grandezza e terribilità (dannazione ed estasi) che è nel destino di ogni uomo che voglia essere se stesso.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza