Servizi
Contatti

Eventi


Un ricordo per
Giovanni Perich

Dopo breve malattia, è morto il 30 marzo 2013 a settantadue anni, a Bologna dove era nato nel 1941, Giovanni Perich.

Perich era poeta incisivo e riservato, che guardava alle cose della vita e del mondo dalle finestre della sua casa bolognese affacciata sullo stesso cortile-giardino alla cui luce si affidava il pittore Giorgio Morandi, al quale certe tonalità ferme e aurorali da natura morta metafisica tradotte in linguaggio lo avvicinano.

Oltre allo studio in via del Piombo, il suo “laboratorio all’aperto” era il Roxy Bar, dove Perich trascorreva la mattina a scrivere, in uno dei tavolini all’interno o all’esterno del locale a seconda delle condizioni metereologiche e della stagione.

Autenticamente interessato a tutti gli aspetti e a tutte le esperienze della vita, Perich è stato uno dei pochissimi poeti capaci di scrivere in piena originalità, nel più privato dell’amore, con limpidi e nettissimi versi insieme di partecipazione e di distacco e, nel più pubblico, della realtà corriva della cronaca italiana e del suo becero agone politico, con epigrammi di una potenza espressiva illuminante e fustigante.

Di Perich, autore di intensi componimenti d’amore e di raccolte di poesia civile, ricordiamo i titoli più significativi come Gli incantevoli mattini (Guanda, 1979), Poesie d’amore e quasi (Edizioni del Leone, 1998), Un inutile amore (Edizione del Leone, 1999), L’acrobata nell’azzurro (Aragno, 2004), La passione interminabile (Nomos Edizioni, 2012); e i libri di epigrammi L’unghia lunga del mignolo (Edizioni del Leone, 2001) e Tra feudogiornalisti e feudocantautori (Giraldi, 2010).

Perich è stato anche un narratore sottile e coinvolgente, autore di racconti e di romanzi: La città sfiorita (Camunia, 1992), Gli amari impatti di Malanato (Pendragon, 2009).

In collaborazione con Pier Damiano Ori ha pubblicato tre biografie: Talleyrand (Camunia, 1978), Matilde di Canossa (Camunia, 1980), Maria Luigia di Parma (Camunia, 1984), e il romanzo La carrozza di San Pietro (Camunia, 1983).

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza