Servizi
Contatti

Eventi


 Danilo Mandolini un poeta di spessori. Anche quando i suoi componimenti tendono ad assottigliarsi e a farsi frammento, in realt si dichiara la tensione poematica che organizza i suoi versi. Una tensione poematica che corrisponde ad una sostanza complessa e articolata: quella strutturazione in "storia stratificata" che la sua poesia. Si vuol dire, insomma, che l'autore non fa poesia d'occasione o di momenti, ma poesia di vicenda e di sviluppo. Dietro ad ogni sagoma o figura, gli interessa dunque la storia che si accumulata: a colpirlo e a muoverlo il percorso, lo spessore del deposito. In questo tipo di poesia, a contare il senso ricomposto di una problematica che coinvolge fasi e scelte, parti e modi della vita; in una specie di diario rivoltato in storia pi generale, dove i dati strettamente personali si distendono a coprire quelli generazionali e si intersecano con quelli di altre condizioni, in una trama fittissima di relazioni.

Recensione
Literary 1997-2023 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza