Servizi
Contatti

Eventi


"Solo in quanto la storia serve la vita, vogliamo servire la storia. Solo per la forza di usare il passato per la vita e di trasformare la storia passata in storia presente, l'uomo diventa uomo." (F.Nietzsche, Sull'utilità e il danno della storia per la vita)

Storia, come autentica identità dell'uomo.Senso storico, come potenza interpretativa del reale, capace di plasmarne contorni ed essenza. Inattualità storica, intesa nei termini di valore imperituro del tempo e dell'uomo radicalmente storico.

L'opera di Cristina Contilli, realizza pienamente, tanto nello stile quanto nel progetto tematico, ciascuna di queste fondamentali istanze dello storicismo contemporaneo ed è questo il suo maggiore punto di forza,ossia l'elemento di fascinazione narrativa dell'opera stessa. Storica è la matrice progettuale dell'opera, nata da un intenso lavoro di ricerca dell'autrice sulle lettere inedite di Silvio Pellico, sulle sue poesie autobiografiche edite ed inedite.

E' proprio l'attento lavoro sulle fonti, la base della ricostruzione storica della vita, degli ideali politici di Silvio Pellico, protagonista lucido e cosapevole di uno dei più drammatici periodi della storia d'Italia, quello delle lotte risorgimentali. L'autentica anima storica dell'opera della Contilli si rivela nell'humus creativo che avvolge ogni evento narrato, ogni episodio tramandato, nell'arte del ricreare il presente attraverso il passato. L'evento risorgimetale della lotta per la libertà di una nazione, si trasforma nella storia di un uomo particolare, Silvio Pellico, una storia che è poi eredità inattuale, ossia imperitura, di ogni uomo che ami la propria libertà di essere ed esistere.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza