Servizi
Contatti

Eventi


Fermo posta paradiso, di Duccio Castelli è una intensa e privata raccolta di lettere scritte a persone che in qualche modo hanno segnato la vita dell'autore, come Salvatore Quasimodo, amico di casa, che legge e apprezza le poesie di Castelli bambino, ma poi gli dice di non farsi illusioni perché chi scrive da bambino quasi mai continua. Per Castelli, invece, non è stato così. Anche Italo Calvino lo legge e gli dà consigli preziosi e poi Pierangelo Soldini, consulente di una grande casa editrice vorrebbe pubblicarlo, ma poi muore...

Così Castelli inizia a scrivere solo per se stesso, almeno fino a cinquant'anni, quando gli viene pubblicato il primo libro. Attualmente siamo già a dodici volumi pubblicati e Castelli continua a ricevere importanti soddisfazioni.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza