Servizi
Contatti

Eventi


Come la stessa autrice rivela nell’introduzione del suo libro, il titolo, Il duello, non vuole essere indicativo per snocciolare la trama in quanto il duello all’interno del piccolo libro è annunciato e affrontato solo in poche pagine. La scelta di questo titolo è dovuto dal fatto che nell’ottocento, periodo di ambientazione della storia, erano molto frequenti.

Tra i protagonisti troviamo Pietro Borsieri alle prese non solo con Costanza Arconati, donna da lui amata da diverso tempo e con la quale ha avuto un figlio, ma anche con la gelosia. Infatti l’uomo pensa che la donna mentre lui era convalescente abbia portato avanti una relazione con Giovanni Berchet, e per questo lo sfida a duello. Un duello che però, non so se grazie alle doti pacifiche e diplomatiche di Silvio Pellico o alle doti persuasive della stessa Costanza, non avrà seguito! Ma il loro connubio avrà fine con la morte di Borsieri.

E tra i retroscena ritroviamo anche Silvio Pellico e la moglie Cristina Trivulzio e la marchesa Barolo, quest’ultimi giocare però un ruolo secondario alla storia.

Tra dialoghi e scene forti l’autrice ci presenta, attraverso le sue ricostruzioni, aspetti intimi e mai citati nei libri di storia e dedotti dalle varie testimonianze e ricerche.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza