Servizi
Contatti

Eventi


Una commedia piacevole, facilmente seguibile, con pochi ma fondamentali e ben delineati personaggi: una coppia di amici, le rispettive ragazze e due coppie di genitori che hanno organizzato un matrimonio di convenienza tra i loro figli. Caso vuole che la coppia di fidanzati volutamente formata forzando i loro desideri, viva in realtà un sentimento profondo verso altre due persone e i due uomini siano amici tra di loro. Proprio questa scoperta farà trovare la via d'uscita ai quattro giovani permettendo loro di parlare apertamente con i genitori dei futuri sposi.

L'autore usa il classico linguaggio del teatro che rende il testo ancor più vivo e credibile. Da segnalare nella scena sette la non facile comprensione del pensiero di uno dei protagonisti, tanto che bisogna leggere la scena successiva per poter capire cosa avesse voluto affermare. Il testo è altresì di estrema brevità e si legge tutto d'un fiato, anche perché l'argomento è leggero, ma non banale e soprattutto giocato con quell'astuzia e quel comportamento dei protagonisti caratteristici di un atto teatrale. L'autore ha una lunga esperienza di scrittura di poesie e questo lirismo si ritrova nella commedia, tradotto grazie alla gestualità degli attori e al dialogo.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza