Servizi
Contatti

Eventi


Prima ancora di entrare nel merito della composizione poetica, voglio soffermarmi sulla elegante veste tipografica che si pone all’attenzione del lettore, quasi un “omaggio” allo stesso volendo considerare che spesso le copertine sono dozzinali, poco attraenti con vagliando che le stesse rappresentano il biglietto da visita. Una elegante composizione, questa, tipografica che merita una connotazione. Se la copertina risulta essere interessante parimenti le poesie scritti dalla Corsalini che rivelano una predisposizione formata da una competenza che attesta la validità di quanto è nel suo pensiero che forma la sua arte. A sottolineare quanto da me espresso, seppur sinteticamente, mi accompagna la puntuale Prefazione scritta da Franco Maniscalchi che si addentra nel mondo poetico rivelando tutte le note positive ch’egli ha riscontrato analizzando il testo dichiarandomi perfettamente d’accordo con il prefatore. Aggiungo che i versi sembrano note musicali che emanano una melodia profonda atta a conquistare le menti e i cuori perché si caratterizzano non solo di “musicalità”, ma si impregnano di quella umanità che rivela sensibilità, arte e consapevolezza del proporre.

La Corsalini, oltre ad essere una addetta ai lavori perché dirige una collana letteraria della Casa Editrice Masso delle Fate (Casa Editrice sempre all’avanguardia soprattutto per quanto riguarda i testi di poesia) si avvale della sua lunga esperienza in questo specifico campo avendo già sul mercato una buona produzione di testi che hanno sempre incontrato il favore del pubblico e della critica. Penso che questa raccolta sarà letta da un pubblico vasto capace di recepire il “messaggio” poetico dell’autrice alla quale va il merito di offrire un ventaglio di sensazioni che si presentano nitidi, avvolgenti e come dicevo simili a note armoniche capaci di portare serenità in un momento convulso e quanto mai disordinato. Godere di attimi intensi di meditazione attraverso la lettura, oggi, è un bene al quale non si deve rinunziare. Voglio, per ultimo, sottolineare che le illustrazioni artistiche di Tony Vaccaio completano il testo che si presenta, nella sua completezza, come un libro al quale non manca niente, proprio niente e questo non è da sottovalutare, anzi da evidenziare avendo provato positive sensazioni che inducono a pubblicizzarlo sapendo che la poesia è un’arte e che seppur: “molta à la messe, pochi sono coloro che sapranno accostarsi ad essa”.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza