Servizi
Contatti

Eventi


Si presenta oggi a Trieste il libro di Noemi Israel, studiosa di storia della musica e del cinema
Un dialogo a tre. Pronto per la scena

E' pronto per essere messo in scena il «dialogo a tre in due parti» di Noemi Israel, studiosa di storia della musica e del cinema che esordisce in narrativa/drammaturgia con un testo che intesse storie e Storia in una trama di sapore centroeuropeo, vuoi per i caratteri messi in scena, vuoi per quel girovagare intorno alle memorie in un'atmosfera da violini tzigani e ricordi di guerre lontane.

E proprio al suono del violino Béla Ferenczy nella stagione delle zucche sarà presentato oggi, a Trieste, alle 18, alla Libreria «Nero su Bianco» (in via Oriani 4/b). Il violino sarà quello di Alessandro Pinzani, a presentare il libro ci sarà Stefano Cosma mentre Omero Antonutti interpreterà alcuni passi del volume.

Che appunto sembra nato per essere portato sul palcoscenico, con i tre personaggi principali impegnati in un ironico dialogare ricco di echi e richiamo musicali e letterari.

Fra i tre personaggi – Béla Ferenczy, «dentista ungherese di chiara fama», Biagio Strucchelli, «dentista di origine ungherese, socio e migliore amico di Béla Ferenczy» e Abigail Silbermann, «paziente di Béla Ferenczy» – si instaura un rapporto di reciproca corrispondenza: l'anziano dentista, gravemente malato, il suo socio alle prese con l'incipiente vecchiaia e la giovane ed esuberante paziente si rivelano in un colloquio che, iniziato nello studio dentistico e continuato nella villa di Ferenczy, mette in moto un meccanismo di ricordi e di confronti tra vite vissute. E, soprattutto, ancora da vivere.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza