Servizi
Contatti

Eventi


Diario di amianto

Carissima Annamaria,
ti ringrazio per avermi inviato in anteprima il tuo Diario di amianto.

Di certo questa per me è un’occasione di lettura privilegiata, poiché l’opera é ancora “segreta” e può subire ancora qualche lieve variazione prima di andare in stampa.

In ogni caso spero, però, presto possa venire pubblicata, perché c’è bisogno di libri così. Sono certa che questo tuo recente lavoro sarà utilissimo a molte persone costrette ad affrontare malattie terribili, spesso in solitudine. E mi auguro tu possa avere l’occasione di presentarlo sia in Trentino che fuori dalla tua regione.

In queste pagine sai infondere coraggio sulla scia della tua dolorosa esperienza personale, ricordando di quali risorse insospettabili possiamo ancora disporre, a dispetto di tutto e di tutti, se abbiamo ancora importanti obiettivi da raggiungere e per i quali combattere.

Ogni corpo, ogni individuo può reagire in modo diverso, in tempi diversi. E il tuo percorso esistenziale ancora una volta si è intrecciato con il tuo percorso letterario.

Questo diario non è solo un diario. Come mi hai fatto notare tu, ci sono anche caratteristiche di anticipazione tipiche del romanzo (e non del diario).

Risulta evidente una ricerca inesausta sulla parola e il suo potere salvifico, nel tessuto di una prosa mai disgiunta dalla poesia. Pertanto, nella “novità” vi è anche continuità con tutto il tuo lavoro precedente e le riflessioni di una vita. Vi sono immagini e associazioni stupefacenti, veli di poesia un po’ ovunque, tra spine e strappi, e cuciture e voli.

Anche da questo tuo libro c’è molto da imparare, sulla vita e sulla scrittura.

Una scrittura rotonda, che tutto avvolge, che apre gli occhi su ogni dettaglio, su ogni creatura che soffre e spera.

Grazie per questo preziosissimo dono!

Con i miei migliori auguri, un caro saluto.

Claudia Manuela Turco

Recensione
Literary © 1997-2017 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza