Servizi
Contatti

Eventi


Si tratta di 32 poesie brevi, concettualmente sintetiche, su temi di vita ordinaria. L'autore della prefazione, Mario Stefani, lo caratterizza efficacemente, tra l'altro con le seguenti riflessioni: "E un poeta della riflessione, della meditazione. Sa sorridere sulle miserie umane, sulla vanità della vita, sulle sue promesse che durano '1'espace d'un matin'. È giocoforza ricordare Verlaine, e certo crepuscolarismo italiano, però spesso lo supera d'un balzo, con un gesto d'amore. Si decantano i sentimenti, in lui vibrano intensamente, ci scuotono. Il poeta è turbato dal passare del tempo, che tutto domina, di cui tutto è vittima".

I sentimenti espressi dalle brevi poesie sono in genere di tono ottimistico e naturalistico. "Ascoltiamo dunque la voce del poeta che ci chiama ad eremi meravigliosi, ad ascoltare il più lieve fruscio dell'erba e diamogli ragione. Vedremo così un leggero sorriso dispiegarsi sulle sue labbra di nobile veneziano". È caratteristica l'ultima poesia, brevissima, intitolata "Oltre la morte":

Oltre la morte
pare – appena accennato
un soffio di vento
e una luce infinita:
viva la vita!!!

Il libro si legge in brevissimo tempo, e senza difficoltà di interpretazione. Fatto piuttosto raro con tanti altri Poeti contemporanei. Questo giudizio è formulato dall'autore di questa recensione, il quale è autore di due volumi di poesie, di alquanto diverso stile e struttura. Ma occorre – soprattutto di fronte a certe opere artistiche – mantenere una chiara obiettività.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza