Servizi
Contatti

Eventi


Guido Martini, con la silloge Il vento tra le foglie, dà libero sfogo alla sua creatività poetica contraddistinta da uno stile simboleggiante, quasi euforico, non sempre di immediata acquisizione.

La poesia di Martini richiede una particolare attenzione se la si vuol interpretare; essa ha il merito di aver alleggerito lo stile espressivo, arricchendolo con dati allusivi di notevole originalità e spessore contenutistico. Perciò, quella di Martini, è una poesia che va interpretata, non tanto nell'immediato, quanto nella concezione globale, ossia, non è sufficiente esplicare la sequela terminologica, ma occorre ricercarne il senso intimistico; in sintesi è utile giudicare complessivamente quello che la composizione racchiude. In alcuni casi c'è anche una certa difficoltà a collegare il titolo con il contenuto, questo perché vi sono svolazzi allusivi che frastornano. A riprova di quanto detto, riporto integralmente i versi della poesia intitolata "Omaggio a De Chirico": "Hai ucciso un libro | cercando l'assoluto | nella rossa torre | di un futuro | servito al banchetto | della luce | condividendo risate | e disastri | nella piazza | ove è già, | e non ancora". Da questi versi si può desumere la personalità artistica del pittore in oggetto, definendola dissacrante, realistica, choccante, per aver portato sulla scena pittorica quella eterogeneità grafica che molto ha fatto discutere. Su questa linea si sviluppa la serie di composizioni che, solitamente, affrontano tematiche talvolta reali, altre ideologiche, ma sempre con quel pizzico di originalità che è caratterizzante per un poeta eclettico, fantasioso, sognatore, che vede la realtà con una visuale del tutto differente dalla mediocrità; visuale forbita, quasi esotica, tale da chiedere massimo impegno.

Vorrei concludere questo breve giudizio riportando la poesia "Poteva essere": "Chiudo un libro | col repiro | di una lacrima. | Poteva essere | e resta solo | l'ombrello | per un sole spento". Ritengo che anche questo secondo esempio possa avvalorare ciò che ha in me ispirato la poesia di Martini.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza