Servizi
Contatti

Eventi


Poeta eclettico, Gianfranco Vinante, che, nella sua pluralità creativa, ha trovato le motivazioni valide per dare libero sfogo alla sia ricca linfa creativa. Poesia basata sul gioco di parole alle quali viene affidato il compito di diffondere il loro contenuto oltre a quegli insegnamenti che dovrebbero essere alla base di ogni composizione.

Il merito di Vinante è quello di dare alle sue parole quel giusto senso di coralità, pur attenendosi ad una esternazione concisa, martellante, ma attinente alla realtà che l’Autore, metaforicamente, vede. La sua metodica espressiva é fortemente concentrata, le sue espressioni linguistiche dominate da un uso sagace della terminologia. In “Liturgia” egli dice: “Domani e ancora domani bruceranno | le ore e i giorni come grani | di aromi sacrali | a ricordare a trattenere vita | Pure in recinti esanimi | di sogni mai giocati”. Evidente l’allusione alla fugacità del tempo, alla reminiscenza di tempi migliori, di desideri inappagati. Chiara la metaforicità ben architetta in un sistema espressivo involuto allusivo. «Un dove, un altrove – evidenzia nella prefazione Stefano Mecenate – costituisce un intrigante cosmo di emozioni che graduano la loro intensità in funzione del messaggio che contengono: dall’essenzialità del Haiku, alla incisività complessa delle Rielaborazioni fino alla libertà dell’ultima parte nella quale la parola si fa più generosa e indugia verso quel dialogo interno ed esterno al cuore dell’autore».

La fantasia galoppa in Vinante, ma egli usa con una non comune perizia linguistica che nulla ha di enfatico, ma che s’incentra sulla percezione dei termini. L’uso si fa più sofisticato quando si cimenta negli “Haiku”, qui l’autore si fa ermetico, giocando con i termini in un mosaico linguistico di pregevole frattura. In questo caso Vinente frena la sua prolissità, riesce ad esprimere queste emozioni con poche tinte, quasi pittoriche, che hanno un affetto coinvolgente.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza