Servizi
Contatti

Eventi


Sempre più spesso. esiti poeticamente persuasivi e meritevoli d'ampia diffusione trovano la via dell'edizione privata o. comunque, ai confini dell'ufficialità editoriale e del tutto fuori dal relativo "sistema". E' il caso di questo quaderno. ciclostilato, un nmero venti della collana 'Il croco' ed edito come supplemento al periodico "Pomezia-Notizie" la cui sostanza letteraria non sfigurerebbe in assai più nobili vesti. Si passa dai panorami romani, davvero colti con incentiva bellissima e fedele, ai ritratti dedicati alla "terra", luogo in senso ampio di paesaggi ritratti e di natura nella sua :ampiezza fino al capolavoro (qualche volta il ierntine è necessario) di quella Contropreghiera con la quale la raccolta si chiude. Banchini sa padroneggiare, con quasi nessuna incertezza. la propria materia e l'ispirazione che la sorregge, usando con dimestichezza le forme polimetriche più variate, dove l'eco del classicismo non è mai maniera ma sempre autorevolezza di pronuncia. L'estate, collocata al centro dello sguardo, ingloba e permea di sé l'intero cammino della parola, offrendosi come un frutto succoso allentusiasmo dell'immersione come alle folate di malinconia, in una molteplicità di toni e di accenti che rendono questa parola insolitamente viva. Né potrebbe essere altrimenti. già il titolo lo dice: la bellezza molteplice. E se lo sguardo che la coglie e attento e fortunato, fortunato è anche colui che sa goderne attraverso le parole altrui. quando queste si svelano capaci – come nel caso di Banchini – di mettere davanti agli occhi e all'emozione quello che altri occhi e altre emozioni hanno visto direttamente.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza