Servizi
Contatti

Eventi


Prefazione a
Dalla terra di confine
di Marilla Battilana

Anna Ventura

Ho accettato con piacere l'invito dell'arnica MariIla Battilana a scrivere una nota di prefazione al suo Dalla terra di confine. Mi accorgo che non è un compito facile: il libro è troppo ricco per potere essere compresso in parole asciutte. D'altronde, io riesco a dire più con poche parole che con molte, mi piace cogliere l'essenza del testo, lasciando ad altri lettori i dettagli.

È un libro che narra una vita intera, una vita non comune: vissuta con intensità, con passione, con coraggio, con quel tanto di follia che serve a dare sapore alle cose.

Marilla è una donna toccata dalla grazia di molti doni, umani ed artistici, doni che lei ha usati tutti, senza paura di sprechi; ha vissuto la realtà della vita e la materialità dell'arte con la stessa intensità, con lo stesso slancio indomito.

C'è tutto, in queste pagine di Manilla: l'infanzia, la giovinezza, la maturità; il bene e il male; gli incontri giusti e quelli sbagliati; le amiche intelligenti, gli uomini più o meno difficili, i luoghi, gli oggetti, i viaggi, l'esperienza di innumerevoli conoscenze; e, sempre, l'arte, la sirena dal canto ammaliatore. E un vero omaggio all'arte mi appare questo libro bellissimo: l'arte di osservare, di cogliere l'attimo e fissarlo nel miracolo del segno che salva.

La "terra di confine" non è tale, se chi la vive ha occhi per vedere e cuore per accogliere; la grigia pietra del Friuli è viva, se chi la osserva ne indovina la vita interiore, l'essenza profonda.

Intelligente, ironico, vivo, il linguaggio della poetessa sfiora le cose senza urtarle, ma le ferma per sempre, come lo scatto di un fotografo perfetto, che delle immagini fa icone preziose, sacre, perché tutto ciò che è vero è sacro.

Forse dovrei leggere il lavoro un'altra volta, descriverlo più da vicino; ma resto fedele alla via breve, che mi è propria, e che lascia spazio al lettore, indicando solo le linee portanti; starà a lui condividere con me, arricchendola con l'apporto del proprio spirito critico, l'essenza di quest'opera: un messaggio forte e rassicurante, una sfida alla bruttezza del mondo, in versi nitidi, pieni di spirito e di sangue.

Ogni giorno qualcosa uccide la bellezza; ogni giorno, un libro come questo la salva.

Materiale
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza