Servizi
Contatti

Eventi


Ho letto con interesse Ipotesi su Giulia. Le scrivo qualche riflessione. Come sempre nella sua tematica epressiva la figuta femminile appare centrale: figure enigmatiche di donne vivono in atmosfere sospese. Il linguaggio narrativo procede tra elementi descrittivi esterni e trafitture psicologiche interiori. Il tempo appare, sempre, in una pausa metafisica ove tutto può accadere. Questa tensione al mistero coinvolge il lettore a seguire gli indizi che l'autrice propone come tracce con sicura abilità letteraria.

E' una bella scrittura ricchissima a livello lessicale. La tendenza all'analisi e al dettaglio descrittivo non disperde l'azione ma la rafforza. Le sue protagoniste sono in cerca di una identità, desiderano conoscersi a fondo e in questo viaggio coraggioso verso la consapevolezza di sé sono pronte ad affrontare il nuovo, cambiare radicalmente vita, abbandonare il proprio passato per una rinascita nel presente. La gestualità dei personaggi, la descrizione degli ambienti è teatrale, di forte impatto visivo e immaginifico. La lievità della scrittura rafforza delicatamente la visionarietà del testo. Emerge con forza il vissuto delle cose e delle persone in un continuo mutare di situazioni. La fragilità, il dolore, la raffinatezza estetica sono sottese a tutta la scrittura.

I personaggi, sempre ad una svolta esistenziale, lottano nell'accettazione delle emozioni più profonde, ma un destino misterioso sembra sempre incombere; così la ricerca della libertà si svolge nell'ignoto. In una atmosfera rarefatta e surreale domina l'ignoto e così l'ambiguità della vita non concede certezze.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza