Servizi
Contatti

Eventi


“L’agrinoncoltore” è una commedia in un atto unico, ambientata in un paesino dell’Italia meridionale. Morsillo, il protagonista, è l’agrinoncoltore. Cavaliere e con tanto di tessera del sindacato, ha demandato le mansioni di contadino ai suoi dipendenti per fare il signore.

Fumetta, sua moglie, è una casalinga indipendente, emancipata che ambisce alle cure di bellezza e alle minigonne, che vede sulle riviste illustrate. Gonnuzza, la loro figlia, se l’intende con Stilo, zappatore giornaliero, per i suoi muscoli d’acciaio, ma sogna un futuro accanto al Dottorino, sindacalista e uomo di potere, grazie al quale suo padre è stato riconosciuto agricoltore con tutti i diritti e insignito del titolo di Cavaliere dei principi di Malta. Attorno a loro ruotano altri personaggi: Balbuzzo, garzone di stalla, sua figlia Apina, Ticchio il bottegaio, uno spazzino, la voce corale del popolo. Personaggi all’apparenza secondari, ma che, con pochi magistrali tocchi, delineano la storia e la rendono leggibile allo spettatore fin nelle sue più intime fibre. Nel dipanarsi, la vicenda raggiunge toni rossiniani; così, il Dottorino disdegnerà le grazie di Gonnuzza, ma non quelle della madre, Fumetta, e a sera i due verranno trovati soli nella sua casa proprio dall’agrinoncoltore, mentre la figlia fuggirà con Ticchio, il bottegaio, lo stesso che aveva una relazione con Fumetta... Morsillo resterà così solo e disperato sul suo scranno, mentre Stilo ed Apina metteranno intorno a lui la zappa, il paniere e il barile. È una commedia scritta con sapiente maestria, gradevole nella forma e profonda nei contenuti. Una critica ai tempi moderni in cui l’accezione di “democrazia” è alquanto elastica e adattabile ad ogni taglia. Accanto ai personaggi negativi, però, se ne evidenziano altri dotati di grande positività, per i quali i valori morali non sono mai stati intaccati dall’avidità, dall’ipocrisia, dalla sete di potere. Per concludere vorremmo solo aggiungere che l’opera di Giuseppe Colella va assolutamente letta da tutti, perché in essa ciascuno di noi può trovare interessanti riflessioni utili per una vita migliore, più felice, degna veramente di essere vissuta.

 
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza