Servizi
Contatti

Eventi


Emilio Diedo, un autore alla continua, frenetica ricerca di nuove espressioni comunicative. Principalmente poeta. Lo riconferma quest’ultima raccolta. L’attributo che gli si attaglia bene è: “incontentabile”. Incontentabile con se stesso, nelle sue performances letterarie, vere e proprie invenzioni di forma.

Sbarchi d’arche denota esattamente la carica escatologica di Diedo, facendone risaltare lo spirito etico. Poi, leggendolo, ci si sente soggiogati da una giocosità intelligibile, nient’affatto puerile. Si è costretti a sorridere, e a volte a ridere sonoramente, imbattendosi in costruzioni umoristiche dalla squisitezza cristallina, mai oscena (ad es. Notiziario-questionario, p. 36; Caricatura, p. 37). Eppure non è mica poesia frivola e nemmeno propriamente comica quella di Diedo. Tutt’altro! Il suo impegno è nella presa di coscienza dei mali che affliggono l’umanità. Nell’invogliare a superarne, quasi, il regolare destino, già scritto. Non per niente ha titolato la raccolta Sbarchi d’arche, titolo della poesia eponima, capofila di altre ottanta, e sostitutiva del disegno di copertina.

Tale componimento, suddiviso in due parti, nella sua prima sequenza marca l’inequivocabile contenuto che caratterizza l’insieme del libro. Mentre la seconda sequenza valorizza un pensiero di tolleranza nei confronti degli immigrati. Meditazione in tal senso è anticipata nella Premessa-auspicio dell’autore, la quale, sorretta dagli auguri per il nuovo millennio, esorta a trovare “la migliore condizione per una felice convivenza” cogli stranieri trasferitisi in Italia nella speranza d’incontrare quella fortuna che nella loro terra d’origine non saprebbero trovare giammai.

Il numero delle poesie che compongono il libro, ottanta, reca in sé gli effetti contagiosi d’un protratto auspicio. Un augurio fatto all’uomo affinché possa raggiungere il traguardo d’una vita media sempre più longeva. Gli ottant’anni – traguardo vicinissimo – s’intendono non come meta finale bensì quale trampolino di lancio.

 
Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza