Servizi
Contatti

Eventi


Stella di Natale

Spengo il calore alla cenere della sera
con l’acqua dei tuoi fiori. Pensa
mai ho cambiato in soldi la merce

del fioraio poveri crochi ho colto per te
all’ombra di cinghiali. Rude maestra
la montagna patriarcale vede splendere

una Stella di Natale priva in valore
vile del denaro colma del tuo amore:
gronda sulfureo dalle fronde e goccia

denso il rosso del tuo dono in foglie
essa stessa gemma e fusto che amore
regge e muta il corpo verde in fiore.

Materiale
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza