Servizi
Contatti

Eventi


L’Autrice tarantina che, tra le variegate sezioni della letteratura, vanta un curriculum da fare invidia, con quest’ultima pubblicazione propone un poemetto dal taglio drammatico.

Non sporcate gli Angeli è il martellante inizio d’ognuno dei tredici canti che strutturano la plaquette. Una specie di ritornello. Un ritornello che nonostante si ripresenti con alcune minime varianti, dà l’idea di un’ininterrotta sferzata, la cui incidenza sui contenuti che ne conseguono in ogni canto è elevata.

Il linguaggio adoperato e l’organizzazione estetica d’insieme sono, ancora una volta, alti. Ma non è solo per questo che il libretto va apprezzato. Il contesto del poemetto sa colpire nel segno anche per il tema trattato. Sicché, da una parte lo scabroso argomento, attualissimo, della pedofilia e, dall’altra, la performance poetica, insieme, destano profonda attenzione.

Per Rita Marinò Campo è pure norma che la religiosità appaia non in secondo piano. Qui, tra i versi dei tredici canti, scorrono (o meglio volano), sapientemente posati, gli Angeli, protagonisti dell’opera. Metafora peraltro molto vicina alla realtà in quanto gli angeli raffigurino la delicata, tenera allegoria delle piccole ed innocenti vittime della sessualità perversa di certi adulti. “No, non si sporcano gli angeli […] No, non sporcate gli angeli bambini […] Non sporcate il candore dei bambini […] Non sporcate l’innocenza”. Sono tutti capoversi che denotano il candore che l’Autrice vuole salvaguardare. Il suo è senz’altro un J’accuse manifestato grazie ad una successione di urli di disperazione. Una sequela di appelli rivolti, ahimè, a persone malate. Per quanto possano intercettare l’implorazione di misericordia della Poetessa purtroppo difficilmente riusciranno a contenersi. Forse vi proveranno ma il loro caratteriale istinto non glielo permetterà. A che serve neanche la galera per tali individui, governati dal maligno?

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza