Servizi
Contatti

Eventi


L’opera è suddivisa in otto parti, pietre miliari di altrettanti percorsi. In totale sono cinquantacinque componimenti, rigorosamente monostrofici. Spesso i versi rincorrono un presupposto rimico. In linea di massima la rima sembra un accidentale corollario, non essendo costantemente presente. E qualora insista nei singoli componimenti, le cadenze non denotano schema fisso. Talora, addirittura, il timbro è reso palese solo nel parlato, caratterizzando coincidenza anche con variazioni di quattro se non di cinque versi.

Si evidenzia una poesia esplicativa di svariate valenze contenutistiche: “Infanzia e paese natio”, “Gli affetti”, “L’esistenza”, “Metafore di vita”, “La società-la politica-l’ecologia”, “I poeti”, “La natura”, nonché “La fede”.

L’afflato ispirativo maggiormente fecondo appare inequivocabilmente quello concettuale, che esplica una sottile performance di natura filosofica, i cui risvolti attingono ora dal divino ora dall’umano, ora dall’esistenza ora dal mondo della natura.

Ne “Gli affetti”, dove il modello poetico si riduce alla laconica e sinottica dialettica dell’epigramma, scaturisce la capacità dell’ autore di rendersi eloquente portavoce di valori nonostante la sintesi del verso. Lì vi s’intravede il più alto contributo estetico.

Naturalmente bisogna prendere atto della tipologia degli argomenti trattati, tematiche di largo interesse sociale, per un verso (cfr. “La società-la politica-l’ecologia”), e di intenso respiro teoretico, d’altro verso, che implica sapiente astrazione nello spigolare i meandri dell’idea e notevole speculazione del pensiero.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza