Servizi
Contatti

Eventi


Sarebbe auspicabile farne “Sogni nella valle” così come l’Autrice li dipinge. Sette novelle, autentici bozzetti, tra realtà e fiaba, ambientate nell’amena realtà della zona prealpina veneta. Il momento onirico trapela nella leggenda di misteriose creature o nel portento d’escatologiche vicende.

Il primo approccio, intessuto di trascendenti motivazioni esistenziali, è con una love story ricamata ad arte. Intarsio nell’intolleranza d’un mondo becero e bacchettone dei tempi andati, quando i comportamenti amorosi erano assolutamente tabù.

Nell’orfana Martina e nel suo protettore e tutore, una sorta di gigante buono, Toni, della successiva trama, appaiono centellinati fulgidi e caritatevoli sentimenti umani. La resa è l’effetto di una pulita, ottima letteratura d’ispirazione bucolica. Il libro, tra l’altro, è tutto pervaso d’un tale afflato linguistico.

In una fiction colorata d’affabulanti “anguane” ed altrettanto immaginifici elfi, la terza narrazione, mette a nudo il sorgivo amore dell’adolescente Fiore, bella quanto il suo nome ed ugualmente innocente. È l’esaltazione d’una delicata simbiosi tra il sentimento amoroso ed una natura intima amica.

Nella quarta novella un amore all’apparenza sterile, poco incline alla gioia della procreazione, porta una coppia di coniugi alla rovina, per il parossistico risentimento dell’uomo rispetto alla sua donna. L’epilogo felice, per la protagonista, ed emblematico, sopraggiunge nell’autentico miracolo d’un ruscello che assurge a cascata affollata di trote.

Il quinto racconto ed il settimo rispecchiano rispettivamente una leggenda commovente e appassionate, ed una nostalgica scorreria nel passato, flashback, di due amici da vecchia data, ormai alla soglia estrema. L’essenza di queste due narrazioni può essere abbinata alla medesima “felicità” della penultima novella. ‘Basta aver voglia di vivere, di invogliare a vivere o di lasciar vivere il prossimo’, fosse anche un figlio Down, diviene la morale primaria per raggiungere la propria gioia, nonostante le avversità della vita.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza