Servizi
Contatti

Eventi


Le ebbrezze di Chronos rappresentano un passo importante col quale l’Autore, Emilio Diedo, ha raggiunto quanto meno due traguardi. Uno: pubblicare con una casa editrice seria il cui rapporto è garantito da un accordo editoriale reciproco. E non è poco! Due: l’esemplarità dell’opera – un compromesso nato dall’impegnativa combinazione tra l’allegoria del mito, nelle vesti classicheggianti, e la ricerca d’una struttura del verso moderna all’insegna d’una sperimentazione scevra da schizofrenie futuriste. L’ipotesi di studio che Diedo sottopone al Lettore è una chicca nei contenuti e nell’estetica. Invenzioni lessico-sintattiche abbinate ad artifizi figurativo-descrittivi rendono il verso pirotecnico, ludico, gioioso. Diedo è un giocoliere della parola, del verso, della poesia.

Leggendolo ci si diverte, senza perdere il senso dell’estetica, grazie a ritmi fitti di rime, collocate alla fine o all’interno del verso, doppiate nel verso; con fecondità d’allitterazioni e assonanze; talvolta con anagrammi. Non occorre leggere con troppa attenzione: la musicalità emerge spontaneamente. L’amenità del verseggiare la si desume di prim’acchito. È una bellezza, una sorta di danza della parola; uno scoppiettare d’emozioni vive, letteralmente palpitanti nelle pagine del libro (“Magìa”, “Asterischi”…). Il linguaggio è aperto ad un parlato poliglotto (inglese, francese, spagnolo: “Ever or never”, “Les tours de vis”, “Sombra de hombre”…) non solo moderno ma anche classico (“Thanatos”, “Coincidentia oppositorum” …). Persino i numeri diventano parola (“Oro e 8ne”).

Da parte del Poeta v’è la tentazione, più forte di lui, ad emulare Apollinaire, tentazione che non è affatto nascosta. Perché Diedo non vuole solo scriverle le sue poesie, le vuole disegnare, colorare. Ama farlo, è il suo stile, una sua passione. Al di là dell’ilarità creativa si coglie il sociale quale caratteristica imprenscindibile. Proprio nelle problematiche attuali la poesia di questo Autore trova movente.

 
Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza