Servizi
Contatti

Eventi


In edizione fuori commercio, questo libro di Gabriella Frenna ci propone sedici racconti, seguiti da testimonianze critiche che riguardano opere precedenti e la copiosa bibliografia della giovane autrice che ha trovato la sua molteplice espressione sul piano della scrittura e dell’arte.

Si evince, dai titoli dei racconti stessi, (Il quadro, Il fascino della Valle, L’inquilino, Il giardiniere, Grigiore esistenziale, L’incontro, 22 settembre 1999, Ferragosto, Rosa, fino a Una vigilia da ricordare, Un giorno di Festa, L’amico, Ti ricordi Erica?, Mia piccola Ludovica) l’ispirazione generale del discorso che rientra nella visione neorealistica della vita e del mondo, che porta sul piano della nostra letteratura la problematica tradizionale del quotidiano, nelle sue varie accezioni, affetti, speranze, inquadrature paesaggistiche e psicologiche di rilievo.

In queste pagine, allora, si evidenzia l’attenzione di Gabriella Frenna per le semplici evenienze della vita che, tuttavia, compendiano significati profondi ed approdano a rivelazioni, spesso, inattese e simpatiche.

Allo stesso modo i personaggi del nostro quotidiano, uomini e donne che, in genere, rientrano nel quadro della normalità, non appaiono esacerbati dalla violenza estrema del nostro tempo, tantomeno mortificati dalle morbosità di certi ambienti. Anzi, si muovono con estrema naturalezza nelle case, nei negozi, nelle strade della città siciliana, Palermo, si aprono a colloqui ricchi di umanità, sullo sfondo di ambienti che rispecchiano la normalità delle impressioni, la saggezza delle riflessioni, il dialogo diretto e significativo.

Nel primo racconto, esemplificando, entra in scena, oltre l’ambiente suggestivo che l’autrice realizza con pochi sapienti tocchi, anche il mistero della pittura, di un quadro misterioso, per quanto "orribile" che la protagonista, Lisa, evita di guardare, ed un libro strano, notato per caso in una piccolo libreria del luogo, che finiscono col complicare la storia minima restituendo la vicenda umana, al limite del "giallo", al clima della magia fantastica che, alla Frenna, non è nuova e che le offre la possibilità di aprire ad esperienze di interesse particolare per ogni lettore.

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza