Servizi
Contatti

Eventi


Si lava le mani l'autore fornendo l'antidoto nella citazione d'apertura. Tutta la responsabilità resta dunque del lettore, che altrimenti avrebbe potuto credere e così invece crederò soltanto se vorrò credere.

Ma come non lasciarsi andare assaporando lentamente la fragranza agrodolce che ci parla di aranci e bergamotti? Alcuni versi per tutti gli altri: "Come a voce lontana | di sirena | la vela corre | e il remo l'asseconda.". E l'immagine è subito quella di una greca sulla vela tozza, di schiene curve di rematori, dei flutti insonni di Scilla e Cariddi, e Itaca lontana oltre l'orizzonte.

Ma tornando a "passi di terra" questa poesia è come una compressa dall'effetto immediato e senza particolari controindicazioni, la graziosa confezione poi è della misura giusta per stare nel taschino; quindi, sull'onda di una memoria irriverente, si potrebbe dire: "È così comoda che la potete leggere anche in tram".

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza