Servizi
Contatti

Eventi


Credo di aver incontrato per la prima volta la poesia di de Palchi nell’antologia dal PO al POtomac (PdV n. 18, p. 145) notandovi subito nitore di costrutto e senso acronico, con qualche concessione. Una poesia erotica (erotic poetry, A. Vettori) quella delle Aversions; per esempio, la ‘coscia’ diventa un topos già dal preliminare, e nel corso dei tredici Moments, parte I del libro; ma la parola non sempre accetta di essere ‘cos(ci)a’, cerca di più: “schiumosa di fiori rotti | alle giunture–” (2, troveremo spesso la lineetta lunga in funzione connotativa). E nel 3 il finale: “solo il sangue di mese in mese | tinge il piombo del giorno–” (only your menstrual blood | color te leaden day–); ritengo utile riportare l’originale in inglese.

Nel bellissimo 9 (“fulminazioni sotto la casa e alberi fertili”) il paesaggio è dissacrato dal paragone, quindi non stupisce che i Moments si concludano con “un orgasmo di niente” (13).

La parte II, Movements, allarga le maglie della scrittura preservandone il carattere sintetico con serrate enumerazioni: “E siamo filossera, | compulsione, tempera, | fissione” (p. 38); toccando le pagine più significative in “Esisto in quest’aria di neve” o nell’angosciante “Sospendere il trauma– l’agnello”, tanto per citarne due; l’erotismo ora pare incrinarsi nel ricupero di una natura dal profilo nivale.

Con l’ultima sezione (Mutations) alcuni testi tornano all’essenzialità, il gesto può farsi rituale (3) e addensa il rapporto con gli elementi naturali: “aggiorna lo spoglio dell’albero gonfio d’insetti | ed uccelli” (4); la sinestesia s’intensifica (“luce pietrosa”, 5) o s’espande biologicamente (8) con violenza eruttiva: “–esplode ulcerata un’altra sorgente” (12): la sessualità allora si inserisce in un’origine che libera dai nodi dell’esistenza, un ‘niente’ per infrangere l’esile diaframma del pensiero.

Se consideriamo che certe poesie sono datate dagli anni Cinquanta (“pieces form one poem. They were written at different times”, così le Notes sui Moments), si comprenderà come lo stile, cioè l’inflessione che rende personale un testo, sia realizzato in un esclusivo dominio del linguaggio.

 
Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza