Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. La rivalutazione (o riproposta) che le edizioni di Via del Vento presentano a ogni accurata plaquette mostra quanta ricchezza vi sia da scoprire nella nostra recente letteratura: è il caso di Gianna Manzini (Pistoia 1896 - Roma 1974). Tre racconti mai apparsi in volume e appartenenti ad epoche diverse: il primo (Il merlo) è del 1921, e risulta probabilmente il più originale per la figura femminile e la sottile crudeltà e percezione dell’effimero; ‘Bersagliato dai ricordi’ (1959) mantiene stilisticamente una continuità ideale; l’ultimo (Neve e silenzio) appare un bozzetto in punta di penna, ed è la versione ridotta di ‘La prima neve’ (1963).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza