Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Autore fuori dei canoni, Vinante presenta una sintassi (supportata anche da un lessico personalizzato) che incide nell’idea di creatività; contano meno i legami logici secondo consuetudine e si privilegia invece l’illuminazione costruttiva, l’allusione a un mondo ‘pietroso’ e remoto, la cui bellezza nasce da ardue invenzioni con bagliori trattenuti, implosi nella stessa materia linguistica: ‘In modularsi d’imo ed erto | d’ombra/abbaglio e d’altri chiasmi’ (Trittico, vv. 11-12); la sintesi possiede la straordinaria ricchezza semantica (ultima strofa di Alberi) di un linguaggio speculare che nello specchio si frantuma: poesia non facile, ma che lascia il segno.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza