Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Espmark è presidente della commissione del Premio Nobel: tra le sue opere fondamentale il ciclo di sette romanzi L’età dell’oblio. Il tono in apparenza pacato dei versi sottende non poche tensioni: l’immagine è riflesso della parola e la realtà risulta così delimitata, per quanto imprendibile, e nasce la domanda: può la poesia vincere la violenza? Questa antologia parte da Microcosmo (1961, due testi) – cfr. quindi Bartók p. 27 – e finisce con I vivi non hanno tombe (2002). Da un suo angolo segreto o incompiuto l’identità pare trasfondersi nell’indicibile. Invocazione una delle liriche più belle.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza