Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Ad ogni nuova opera Zanon sembra riproporsi, sulla scia di un’attività più che ventennale (suoi testi sono stati tradotti in più lingue): la presente raccolta rivela una referenza verso il nulla (che appare in diverse liriche), forse quel nulla eterno del sonetto Alla sera del Foscolo; ecco allora i problemi metafisici, quasi mai disgiunti da un senso di terrestrità rilevabile per esempio in Trattoria ai colli e che costituisce una cifra stilistica inconfondibile. “Felice è chi si sazia | del cibo terreno” scrive in Interrogarsi, ma nasce così l’anelito alla trascendenza.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza