Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Come nell’isle joyeuse di Debussy, in queste liriche emergono momenti di grazia e di forza, ma senza eccessive complessità per quanto con significati filosofici come ‘Ci affligge spesso un dubbio | esistenziale’ (p. 9). Non è comunque un viaggio per Citera, poiché l’allegoria – peraltro in una consolidata tradizione – procede nel suo arco di viaggio variegato da luci e ombre, cioè fra ‘tempesta’ (Compagni di tragitto) e ‘un punto di speranza’ (Stella maris). La II parte rappresenta il simbolico approdo all’isola felice dove vige ‘la legge dell’amore’ (p. 26).

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza