Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. L’ossimoro (dal gr. oxýs acuto, e morós sciocco) è una figura retorica molto usata dai poeti poiché ben rappresenta il paradosso o l’inesprimibile. Qui appare con valore ideologico a designare le contraddizioni e le ingiustizie del mondo. Eliminata la punteggiatura, i testi si possono leggere con scansioni visive che incidono sull’esecuzione. Scrivere poesie sul sociale non è facile; ci sono riusciti Brugnaro, Pre e pochi altri; ma Martiniello tocca qui uno dei punti più elevati del suo stile, sovente roccioso aspro ironico e d’improvvise accensioni liriche: un poeta che ci sentiamo di definire con parole sue ‘araldo dal grido di colomba’ (p. 49).

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza