Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Liguoro ha esordito due anni or sono con un romanzo (La maschera del tempo) e si cimenta ora nella poesia mantenendo, con i dovuti distinguo, un certo carattere ‘prosastico’ che punta al discorso, all’urgenza del dire, anche quando la scrittura deborda dai versi comunemente intesi (es. Il serpente che si mangia la coda). Ci sono liriche brevissime, una addirittura di un sol verso, trisillabo: “È dramma” (Amore), e tuttavia lo spirito poetico affiora con immagini delicate: “Guardo la notte profonda | scelgo una stella | e la dedico a lei” (D ­ distrazione).

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza