Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Per essere un’opera prima di un autore nato nel 1979 non c’è che dire: riuscita, almeno in molte sue parti. Se è vero che lo stile può apparire sottilmente virtuosistico o incluso in schemi più vicini all’invenzione che alla descrizione (cfr. Debussy, Études), certi passi mostrano indubbia maturità: ‘E sono vigna antica’ (Vendemmiando, v. 1) che per sotterranea (inconscia?) similarità s’avvicina al ‘vitigneo viso’ (Iridania, v. 16); ma lo splendore di Plancton e le zone ‘acquarellate’ di Fucina, pur cedendo alla memoria del ‘tremulo zefiro’ (Abluzione, v. 3), ci portano al pieno esito di Conforto.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza