Servizi
Contatti

Eventi


“Qui la bilancia pende male”... Come dice un proverbio germanico, “le foglie nuove dell’albero hanno sempre radici antiche”. E l’adagio ha un doppio flusso di lettura: nel male dell’oggi e nella sofferenza dell’uomo giusto. Entrambi aggiornati, entrambi con una storia comune che li precede e li genera.

E lo sguardo del poeta si fa luce penetrante che illumina a fondo e fin nelle pieghe, tanto che il suo non-detto è spesso urlo, come di silenzio pitagorico. E dai suoi versi viene e la coraggiosa (talora eroica) denunzia e l’atto di fede insieme; con ciò confermando quella poesia di civiltà di cui il nostro tempo necessita e che Martiniello incarna quale profeta che avverte, che dice in anticipo, che dichiara davanti. E il suo è un dolore che spazia lungo l’asse della simmetria assiale del pubblico e del privato: a ben segnare la socialità e la reciproca dipendenza delle due componenti, ma, nel contempo, scomponendo in filigrana il giudizio, la casistica, il tariffario.

È dunque la pienezza di una coscienza sensibile e un sismografo perfetto che registra. È anche la voce di chi è senza voce, il campo di chi non ha più terra, la corda dell’aedo. Ma è sopra tutto (ed in forza di ciò il suo linguaggio raggiunge le fibre più sottili) poeta autentico. Per questo la parola è selezionata, l’immagine mirata ed efficiente, ricca di significazioni, massime quando il vocabolario che la decida sia tratto non dai dizionari della lingua italiana ma dal lessico genuino della regione: perché lì ha conservato incontaminata la vitalità del seme.

“Siamo giovani    già vecchi malati”, afferma il primo verso di una sua poesia dallo stesso titolo: se si ha a mente sempre questa didascalia, fortemente rappresentativa del clima, lo specchio di un’epoca decidua sarà rivelatorio come non mai. Ma la funzione insita in “decidua” è un governo che tocca a ciascuno di noi! Il poeta, da parte sua, lo sa.

 

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza