Servizi
Contatti

Eventi



La battaglia di Castagnaro

Storia di una rievocazione

A ciò che ha scritto Cicerone: “La storia è vera testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra di vita, messaggera dell’antichità” sembra rifarsi questo libro che contiene una storia medievale, molto lontana nel tempo, ma da come viene raccontata e illustrata si ha l’impressione che si tratti di una guerra dei nostri giorni.

Il 29 gennaio 2020, quest’opera di 180 pagine e che contiene 160 illustrazioni, è stata presentata in modo ufficiale a Venezia, in Sala Cuoi del Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio Regionale del Veneto. All’evento hanno partecipato molti cittadini, dirigenti e soci delle varie Pro Loco della zona di Castagnaro, Villa Bartolomea, Minerbe, Cerea, Sanguinetto, San Pietro de Morubio, oltre che studenti dell’Istituto Comprensivo di Villa Bartolomea e Castagnaro, vestiti con abiti dell’epoca, in compagnia di Giorgio Gaino, che dal 2014 organizza, come per il prossimo mese di marzo, la grande rievocazione storica della battaglia, coinvolgendo una trentina de compagnie e duecento figuranti in costume.

Protagonisti della presentazione a Palazzo Ferro Fini, a Venezia.

A dare il benvenuto d’apertura, hanno provveduto due consiglieri regionali: Orietta Salemi e Manuel Brusco. Sono poi intervenuti: il sindaco di Castagnaro, Andrea Trivellato, il suo vice Christian Formigaro, l’assessore alla cultura Patrizia Fattori e l’architetto Mirella Borin.

Grande compiacimento per questo libro divulgativo che fa un importante recupero delle radici del tempo antico nella continuità di oggi.

Maria Teresa Meggiolaro, presidente del Consorzio Pro Loco del Basso Veronese, ha evidenziato soprattutto l’importanza delle Pro Loco nel territorio, che tengono alto il valore di queste rievocazioni, un valore aggiunto che mantiene viva la “memoria materiale e immateriale”.

Francesco Occhi, insieme al prof. Riccardo Celeghin, ha dato una dettagliata spiegazione di questa battaglia, conosciuta più all’estero che in Italia, nella quale sono stati coinvolti gli armigeri veronesi scaligeri contro quelli carraresi di Padova. È stato giustamente evidenziato l’impegno appassionato da parte della Scuola che, nella persona della dirigente scolastica, prof. Cristina Ferrazza, sostiene gli alunni nelle loro attività relative al momento storico, con manifestazioni teatrali, musiche, danze e canti medievali dei guerrieri durante gli attacchi di guerra.

Studenti impegnati nella rievocazione storica. (foto Antonello Zamboni)

Rievocazione 2014 della “Battaglia di Castagnaro”. (foto R. Ghedini)

Armigeri. (foto N. Maccagnano, 2017)

Il fatto storico è legato a quanto accaduto l’11 marzo 1387 nelle paludi della campagna tra Castelbaldo e Castagnaro e nelle golene del fiume Adige; la battaglia è stata vinta dai Carraresi, guidati dal capitano di ventura, Giovanni Acuto, ed ha segnato la fine della Signoria degli Scaligeri. Così Antonio Della Scala è stato scacciato dalla città di Verona, invasa poi dalle truppe Viscontee.

Tornando al libro, impaginato da Walter Bersani, devo aggiungere che contiene le foto delle scene d’azione delle prime cinque rievocazioni storiche: tutte insieme fanno riscoprire il prezioso tesoro della “Storia delle Storie” del nostro Veneto (recensione Lucia Beltrame Menini).

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza