Servizi
Contatti

Eventi



La silloge “Anima dipinta” di
Francesca Ulivelli

Locandini. Francesco Datini. Stemma della famiglia Datini.

Alla Casa Museo “Francesco Datini” in via Ser Lapo Mazzei, 43 a Prato il giorno 17 giugno 2017 è stata presentata la silloge “Anima dipinta” di Francesca Ulivelli.

Le interviste e la serata, che è stata ripresa e verrà trasmessa dal canale 18 Toscana TV a cura di Fabrizio Borghini, andranno in onda il giorno 23 giugno alle ore 20.

Prato nel medioevo.

Il Cortile di Palazzo Datini.

Dopo il temporale” con la poesia affiancata.

In attesa di iniziare.

La serata è nata dalla collaborazione tra Francesca Ulivelli e Gianni Calamassi, realizzando l’abbinamento di una serie di poesie con disegni inerenti la figura, dopo che ad una mostra di Liberarte Francesca Ulivelli aveva visto “Non ti voltare” dell’autore, che in quell’occasione, con poesia di Letizia Parigi, furono votati come il miglior abbinamento.

Sono ben 15 i lavori di Gianni Calamassi che la poetessa ha abbinato alle sue poesie, e questi sono stati montati su strutture fornite dalla fondazione “Casa Pia De Ceppi”, che gestisce la Casa Museo di Francesco Datini; all’inaugurazione era presente il Presidente dell’Associazione Walter Bernardi.

Accanto ad ogni quadro sono state posizionate le poesie scritte ed arricchite dai disegni di Francesca, cuori e quadrifogli che la mostrano di nuovo ricca di entusiasmo giovanile, che avvalora a pieno la sua rinascita.

Francesca Ulivelli con Annamaria Pecoraro.

Presentazione di Annamaria Pecoraro.

Francesca Ulivelli apre la serata.

Gianni Calamassi presenta “Anima dipinta”.

Tutti i lavori sono centrati sulla figura e per questo il libro è stato diviso in due parti:

- Anima ... Percorso di luce, con poesie allegate ai disegni;

- Anima ... il messaggio, con poesie libere, per produrre il confronto.

Il pubblico.

Nella prima sono presenti i disegni e la poesia che si è “sposata” all’immagine e da questo matrimonio che è nato il filo conduttore del libro, che percorre la via della scelta della libertà e della consapevolezza di se stessa, che l’autrice ha seguito, senza altra indicazione che il suo sentirsi in sintonia con l’immagine.

Nella seconda una serie di poesie libere dai legami con le immagini, ma ricche di sentimento e del cuore che la poetessa ha speso per queste. La poesia “Io poeta” ha aperto con una domanda / affermazione il suo scoprirsi in quella veste, dimostrando che nulla avviene per caso, ma sembra che l’attimo sia quello che ti rende consapevole del passo che stai intraprendendo.

Gianni Calamassi legge una poesia.
Il pubblico verso i lettori.

Alcuni lavori più di altri calzavano perfettamente alle parole di Francesca Ulivelli che è riuscita, pur nella comprensibile timidezza della “prima volta” a reggere alla presenza di un pubblico numeroso e attento composto da parenti e amici, tra i quali diversi membri di Liberarte.

L’importanza della poesia nel mondo di oggi è stata illustrata dalla Presidentessa dell’Associazione Nuovi Occhi Sul Mugello, anche casa editrice del volume, dott. Annamaria Pecoraro, con la semplicità e la passione che la distinguono.

L'omaggio dei figli.
Francesca Ulivelli a fine presentazione.

L’autore ha cercato di vivacizzare la serata, in modo da renderla gradevole, anche a chi poteva avere poca dimestichezza con la poesia; ne è uscita una serata scorrevole e simpaticamente allegra. Egli ha avuto anche la possibilità di illustrare i propri lavori trovando artisti interessati ed attenti ai particolari di cui il suo lavoro è ricco. Una menzione particolare va al padre, ancora stupito e incredulo del successo di Francesca, e ai suoi due figli Giacomo e Diletta, che si sono prodigati in ogni modo per rendere la serata brillante.

L'autrice con due amiche.

L'autrice con due amici.

L'autrice con due parenti.

Il momento della firma dell'opera.

A conclusione un rinfresco offerto dall’autrice ha consentito a tutti di complimentarsi con lei per il suo lavoro e di farle scrivere le dediche ai numerosi amici che hanno preso il volume.

Voglio concludere ricordando come lo scrivente abbia elaborato la prefazione ed i commenti alle singole poesie.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza