Servizi
Contatti

Eventi



Claudia Piccini e Francesca Ulivellli

alla
Libreria Salvemini di Firenze

Il giorno 28 novembre 2018 alla Libreria Salvemini a Firenze Claudia Piccini e Francesca Ulivelli hanno presentato i loro libri, rispettivamente “Il cammino non ha figli minori” romanzo e la raccolta di poesie “Anima dipinta”.

Una chiacchierata tra amiche che hanno condotto una intervista incrociata, invitando a leggere brani dei loro lavori l’attore Daniele Locchi per Claudia e Gianni Calamassi per Francesca.

Claudia ha presentato la serata e ha illustrato la biografia artistica di Francesca, mettendo in evidenza i suoi successi letterari ai concorsi a cui ha partecipato, dilungandosi su aspetti della vita privata in relazione alla sua silloge poetica.

Lo stesso ha fatto Francesca illustrando l’ampia produzione di Claudia, sia come scrittrice che come poetessa, senza trascurare le sue fiabe pubblicate, con altri autori, nel libro “Acqualuna della Luna e altre Storie”, il cui ricavato verrà devoluto alla “Fondazione Meyer”.

Claudia Piccini e Francesca Ulivelli.

Claudia Piccini e Francesca Ulivelli.

L’intervista è proseguita con Claudia che ha chiesto all’amica come fosse sbocciata la sua passione per la poesia e quale fosse il tema della sua raccolta. Francesca afferma di avere iniziato a scrivere quando aveva capito che attraverso quella strada avrebbe raggiunto la sua libertà di donna, e il suo libro evidenzia questo percorso. Anche la copertina è frutto di un suo disegno, dove i cuori ed i trifogli mettono in evidenza la fortuna che viene dal cuore di chi reagisce alla vita.

L’occasione gli è stata porta osservando come le donne disegnate da Gianni Calamassi, si potessero “unire” alle sue poesie, ed insieme hanno collaborato alla realizzazione di “Anima dipinta”, anche se la seconda parte del libro è indipendente dai disegni.

Quando Francesca affronta con Claudia il perché del suo libro, la scrittrice risponde che ha voluto mettere in evidenza come la diversità sia una ricchezza, non solo, ma che ogni percorso, quando sia consapevole, ha il valore di ogni altro, da questo il titolo “Il cammino non ha figli minori” e sul perché della copertina, racconta della casualità con cui lei ha indossato due scarpe di colore diverso, quasi a evidenziare lo stesso significato intrinseco del titolo.

A questo punto Daniele Locchi legge un brano dal romanzo di Claudia e Gianni Calamassi legge tre poesie di Francesca:

“Infrangiti Vetro” legata al disegno “Alla mostra”;

“Pelle di farfalla” legata al disegno “Crisalide celtica”;

“Segreti della vita” legata al disegno “Non ti voltare”, che è stato il lavoro che ha spinto Francesca ad iniziare la collaborazione.

Segreti della vita

Donna dagli occhi tristi
neri come la notte
timidi,
come la rugiada la mattina…
che scompare al calar del sole.
Sguardo intenso
che penetra nei sentimenti ,
nell’io vissuto,
svelando …
i segreti della vita.
La vita,
inizia adesso.

Il pubblico.

Daniele Locchi, Claudia Piccini, Francesca Ulivelli e Gianni Calamassi.

Claudia prosegue chiedendo a Francesca quali argomenti utilizzerebbe per promuovere il suo libro e quale messaggio intende lanciare, lei risponde che le due cose sono legate: promuove l’invito alle donne a cercare la libertà a non soggiacere al ruolo che spesso l’uomo riserva loro.

Daniele Locchi, Claudia Piccini, Francesca Ulivelli e Gianni Calamassi.

Francesca Ulivelli e Carlo Xxx

Quando tocca a Francesca a chiedere a Claudia cosa sia la diversità per lei, la scrittrice non ha difficoltà ad affermare che il valore della diversità è l’arricchimento che questa porta con sé, mentre alla domanda sulla trama e sul personaggio che predilige, non ha difficoltà ad ammettere che è John quello che ha amato, mentre le storie di ognuno – dall’ateo, al gay – l’hanno legata indissolubilmente al suo romanzo.

I lettori dei brani invertono l’ordine del loro intervento, per primo Gianni Calamassi dà vita ai seguenti brani di Francesca:

“Meraviglie della vita” legata al disegno “Mater barbarorum”:

“Libertà” legata al disegno “Il bagno”, per concludere con

“Vittima mai più” legata al disegno “Vanità”

Vittima mai più

Donne allo specchio
poli opposti
unica immagine riflessa
bambina che bleffa…
ride, scherza
genitori incazzati.
Non rifugiarti in quel che ti basta
osa…
rendi visibile la parte nascosta
bella e vera .
Ridi alla vita
lontano dal ruolo che ti sei fatto tuo
vittima…
visibile al padre .
Mostra la verità dell’essere
realizzati,
vittima mai più.

Gli amici riuniti.

Le letture si chiudono con una notevole interpretazione da parte di Daniele Locchi di un secondo brano del romanzo di Claudia che ha riscosso unanimi consensi.

Molte le presenze qualificate che si sono unite agli amici tra il pubblico, tra queste Jacopo Chiostri, Marcella Spinozzi Tarducci, Giusy Frisina, Sandra Carresi e Lenio Vallati.

Ringrazio gli amici presenti per aver potuto usufruire delle loro foto.

Gianni Calamassi

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza