Servizi
Contatti

Eventi



“Il mio canto per San Giovanni”

La locandina.

Il Patrocinio del Comune e l’autorizzazione .

In occasione della festa del patrono di Firenze San Giovanni, e in considerazione del periodo di Covid 19, con mascherine e distanziamento sociale, l’Associazione Culturale “Amici delle Giubbe Rosse” diretta dall’amico Jacopo Chiostri con Emma De Pace ha fatto domanda per avere dal Comune il Patrocinio, che il sindaco Nardella non ha tardato a concedere, e l’autorizzazione alla manifestazione a cui si è prestato con entusiasmo Fiorenzo Smalzi con il suo Wine Bar, che ha messo a disposizione lo spazio di fronte al suo locale in Piazza del Duomo lato Misericordia, e ha presentato per gli ospiti un piccolo rinfresco a base di vino e salatini.

L’occasione era per far sentire anche in questo periodo alla città la presenza dei fiorentini, dal momento che il calcio storico e le relative sfilate erano state soppresse.

Fiorenzo Smalzi.

Jacopo Chiostri con JulCam che si avvicina.

Hanno dato la loro disponibilità le poetesse e poeti Marcella Spinozzi Tarducci, Roberta degli Innocenti, Giusy Frisina, Amerigo Marchesini, Rosa Chiricosta, Gianni Calamassi, Massimo Blaco, Gabriella Semino, Lenio Vallati, Leandro Piantini, Daniele Locchi, Claudia Piccini (letta dal Locchi), Elisabetta Antonangeli, Luisa Puttini, Maria Francesca Gallifante (che ha letto la poesia di Daniela Quieti), Julius Camilletti, Eleonora Falchi, Francesca Barbara Ulivelli, Maria Grazia Bambi, Anna Maria Dall’Olio, Simonetta Lazzerini, Alfredo Allegri, Lorenzo Rosati, Maria Luisa Leoni.

Ben venticinque i presenti, che sono andati sicuramente oltre alle previsioni di Jacopo Chiostri che aveva iniziato parlando della lettura di tre brani, per scendere a due e successivamente a chiedere di essere concisi e ad anticipare l’inizio delle letture.

Veduta d'assieme del pubblico.

Il Bar Smalzi non ha fatto altro che continuare a portare tavolini e sedie per accogliere non solo chi era impegnato con le poesie, ma anche gli ospiti, amici e parenti.

Vedute del pubblico da punti di vista diversi.

Molte le persone che conoscevo per averle trovate in altre occasioni, o perché ci frequentiamo abbastanza costantemente, tra queste la poetessa ed ex collega Giusy Frisina, che ha presentato una bella poesia sul suo mare di Calabria.

L’amica Marcella Spinozzi Tarducci che con le poetesse Claudia Piccini e Francesca Barbara Ulivelli, oggi presente, è stata con noi alla Fortezza da Basso durante una presentazione di libri, con un banchino nostro.

Jacopo Chiostri con la poetessa Anna Maria dall’Olio.

Julius Camilletti 'Julcam', con la sua attrezzatura.

La poetessa Francesca Barbara Ulivelli con la quale ho collaborato nella stesura della sua silloge “Anima dipinta”, fornendole una serie di miei disegni con figure che ben si sposavano con i suoi testi, dalla quale ha letto due brani, Julius Camilletti che è riuscito, con una sua poesia a rallegrare i presenti, e con un “vestito” di stecche per tenere gli amici ed i presenti a distanza di sicurezza, che ha portato per il centro della città.

Anche la poetessa pistoiese Anna Maria Dall’Olio, incontrata in più occasioni, con una recitazione aggressiva e piena di forza, senza l’aiuto di nessun microfono ha tenuto il pubblico in mano con grande fermezza.

La poetessa Roberta Degli Innocenti recita il suo brano.

Si ripassa il testo del proprio brano prima della chiamata.

Il poeta Lenio Vailati si appresta al suo intervento.

Si recita davanti a un pubblico attento.

Tra le varie persone un altro amico è Lenio Vailati, oggi Presidente dell’Associazione Culturale LiberArte, di Sesto Fiorentino con il quale ho collaborato in passato per la presentazione e brani critici di sue pubblicazioni; con piacere ho incontrato nell’occasione le poetessa Eleonora Falchi che ha simpaticamente letto le sue due poesie con il sorriso sulle labbra, rivolgendosi a Jacopo Chiostri che non l’aveva chiamata.

Gianni Calamassi mentre legge il suo brano.

Anche il poeta e attore Daniele Locchi ha letto oltre alla sua poesia anche un brano della poetessa grevigiana Claudia Piccini, e scherzando ha commentato che l’aveva scritta la mattina stessa!!!

Presenti alla manifestazione anche due signorine del gruppo “Nel Verso Ottico” che tenevano in via Bufalini in incontro tra le due arti poesia e fotografia, nel motto “art is expression of the soul”.

Lo scrivente ha letto i suoi brani; “Raccordi” e “Covid 19”, e ringrazia per l’opportunità l’amico Jacopo Chiostri che lo ha invitato e Fabrizio Smalzi, augurando ad entrambi una riapertura del Caffè Letterario “Le Giubbe Rosse” che tanto fa sentire la sua mancanza alla cultura fiorentina.

Giugno 2020

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza