Servizi
Contatti

Eventi



Mostra ArteBellariva a San Marco

Il pomeriggio del 26 ottobre 2020 si è tenuto nel Chiostrino dei Silvestrini il Vernissage della seconda mostra dell’Associazione ArteBellaRiva gestita dall’amico Orlando Poggi, presente anche lui tra i venti artisti espositori, che erano presenti nell’originale chiostro situato a fianco della chiesa di San Marco a Firenze.

Chiesa di San Marco.

Particolare della sala espositiva.

La locandina.

La mostra si è avvalsa delle performances di Carmen, che si è fatta “ritrarre” come fa la Polizia con i corpi a terra, ed era anche dipinta in modo da essere ancora più visibile nella sua originalità.

Carmen.

Interno mostra con le sue sagome.

All’ingresso, al tavolo delle firme, era ad accogliere i visitatori la pittrice Manila Bennati con il suo sorriso accattivante ed un bellissimo cappello rosso.

Manila Bennati.

Particolare della mostra.

La presenza del giornalista Fabrizio Borghini di “Toscana TV” e della rivista “La Toscana nuova” ha vivacizzato con le sue interviste la serata.

L'intervista del giornalista Fabrizio Borghini a Orlando, Manila, Elena e Carmen.

Jacopo Chiostri prendeva la parola e presentava la serata, ringraziando i presenti e chiamando Carmen a prendere il microfono e a leggere quello che aveva preparato.

Jacopo Chiostri mentre apre la serata e passa il microfono a Carmen.

Successivamente Jacopo Chiostri presentava Mara Faggioli che recitava una sua composizione poetica a memoria, con la sua bella e accattivante voce, mentre il pianista riempiva l’aria di suoni dolci e melodiosi.

Mara Faggioli recita la sua poesia.

Alfine veniva invitato e presentato il sottoscritto, che leggeva, sempre con il pianoforte che lo accompagnava, un brano forse un po’ lungo, intitolato “Pienza” tratto dalla “Trilogia della pera”, gli ascoltatori si distraevano e non ho ritenuto opportuno leggerlo fino alla fine.

Il pianista.

Gianni Calamassi.

Molto interessante il materiale artistico presentato alla mostra, di cui ho scelto quello degli artisti che conosco meglio, e che stimo, come Diana Polo, Emanuela Degan, Mara Faggioli e Valeria Cappelletti; in questi tempi di pandemia lo sforzo per presentare una mostra d’arte va comunque apprezzata, anche se questa ha evidenziato una serie di lavori di sicuro spessore.

Mara Faggioli.

Una scultura di Diana Polo.

Una parte dell’esposizione.

Emanuela Degan.

Valeria Cappelletti e un lato dell'esposizione.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza