Servizi
Contatti

Eventi



2° Premio Internazionale
Artisti alla Ribalta

Sabato 21 maggio 2011 si è tenuta, nei locali della Casa del popolo di Querceto a Sesto Fiorentino la consegna dei riconoscimenti della seconda edizione del Premio Internazionale “Artisti alla Ribalta”.

L’iniziativa curata da Gennaro Battiloro ha visto la partecipazione di circa cento concorrenti, provenienti da tutte le regioni d’Italia e anche dall’estero, che hanno inviato le loro opere per le tre sezioni in cui è articolato il premio: “Poesia in lingua”, Poesia Oscar “Primi tra i primi”, “Pittura”.

Il tavolo della Giuria.

Gianni Calamassi ha partecipato alle tre sezioni, ottenendo un lusinghiero successo, risultando premiato in tutte, anche se in maniera diversificata.

Dopo l’apertura della serata e i ringraziamenti di Gennaro Battiloro ai presenti e ai partecipanti, la parola è passata al Presidente di Giuria prof. Alfredo Pasolino – Critico internazionale e Storico dell’arte – che, con una interessante prolusione, ha sottolineato la personalità dell’organizzatore della manifestazione e l’ampio respiro del premio, con le sue sfaccettature a coprire le varie forme espressive, precisando che:
“…La Pittura, come la Poesia, è una passione fra le più alte dello spirito umano, legata alla civiltà di cui ne sono l’espressione. Un’arte in possesso dei propri valori.”. Leggi il testo integrale...

Il prof. Alfredo Pasolino Presidente Giuria.

Gianni Calmassi legge una poesia di Gennaro Battiloro.

Nella sezione “Poesia in lingua”, Gianni Calamassi con il brano La disciplina del cuore, ha ricevuto il secondo premio, il primo è stato vinto da Caterina De Martino, da Catania, con la poesia “Transiti ineguali d'amore”.

La disciplina del cuore

Come la luce giace
su queste bianche pareti
e l’acqua del ruscello
scorre sui ciottoli
che deve levigare,
così le nere amnesie
del cielo coprono
stelle che mi guardano
con tristezza, dolenti
come lacrime di sale.

 

Io lo conosco il fondo,
ci sono stato: abitato
da questo grido grigio
che fugge in cerca di
qualcosa da amare
in una foresta di ghiaccio
e roccia. Perché
nella gelida disciplina
del cuore, anche
l’amore è un’ombra.

 

Smetto di piangere
che nemmeno per amore
brucerei le mie ansietà,
quello di cui ho paura
è questo strano zittirsi
e la gelida disciplina
dei cuori. Mi preparo
a morire frantumando
specchievoli verità
diventate un cielo
senza stelle.

Gianni Calamassi premiato da Gennaro Battiloro per la poesia “La disciplina del cuore.

Tre videoclip realizzati da Enrico Lirdi, con la voce dei tre classificati, hanno rappresentato un premio veramente innovativo e pieno di fascino

Per la sezione Oscar “Primi tra i primi” il brano L’umanità’” con il quale Gianni Calamassi ha partecipato, è stato segnalato; il premio è andato a Anna Calossi con la poesia “Shoa”.

Gianni Calamassi premiato da Donatella Garitta per la poesia “L'umanità”.

La giuria letteraria era composta da Marzia Carocci, Mara Fagioli, Flora Gelli, Donatella Garitta (direttrice della rivista Il salotto degli autori), Patrizia Mattoni.

Per quanto riguarda la sezione “Pittura”, Gianni Calamassi ha partecipato con la grafica a china e grafite Kaminari, ricevendo il Premio della Critica conferitogli dalla giuria composta dal prof. Alfredo Pasolino e dal pittore Gualtiero Risito, con una motivazione complessa e articolata, che bene ha colto tutte le implicazioni del “…labirinto filosofico-grafico simbolista” che dall’opera si diparte:

Gianni Calamassi con il prof. Alfredo Pasolino durante la premiazione di “Kaminari”.

“…L’opera, si è detto, la risultanza di un’investigazione nel grembo immenso di un profondo stato d’animo…più profondo, asseconda più il cuore della ragione. L’opera è un omaggio all’atto estetico e della femminilità ispiratrice (riflesso di Dio) del mentale – superiore. Nella ricerca di quell’energia comunicativa che si trova in ognuno di noi. E che, nella grafica, può essere raggiunta con una parziale astrazione della realtà, assecondandone percezioni che vanno oltre il pensiero dell’uomo. E’ un’autentica vera opera d’arte, in sintonia con il paradigma di Leonardo: ricerca, comunicazione ed emozione.” Leggi il testo integrale...

Domenica Illiano, prima a sinistra, vincitrice 1° Premio Pittura.

Loredana Belli con la modella del quadro 2° Premio Pittura.

Alla conclusione della premiazione, per onorare i 150 anni dell’Unità d’Italia, è stato proiettato il filmato “Lettera all'Italia”, dedicato alle tre capitali: “Il sole di Torino”, “La città dei sogni”, “Roma”, realizzato da Enrico Lirdi sui testi di Flora Gelli (Lettera all’Italia e La città dei sogni), Leonardo Selvaggi (Il sole di Torino) e Olga Stella Cometa (Roma), le letture sono di Cristiano Meucci.

Veramente importante la partecipazione sia del pubblico che dei partecipanti, moltissimi dei quali sono rimasti alla cena conviviale che si è svolta nel salone della casa del popolo.

Il pubblico presente alla premiazione.

La cena conviviale


articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza