Servizi
Contatti

Eventi



LI edizione del Premio Borgognoni
un premio storico

L’attesa cerimonia di premiazione del LI Premio Nazionale di Poesia “Pietro Borgognoni”, promosso dall’omonima Associazione Filarmonica, si è tenuta domenica 10 giugno 2018, alle ore 10:30, nella splendida Sala Maggiore del Palazzo comunale di Pistoia in piazza Duomo. Questa edizione, che ha visto la partecipazione di ben 193 poeti da ogni parte d’Italia con 529 poesie, è stata patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Pistoia, dalla Regione Toscana e ha usufruito dei contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Unicoop Firenze Sez. Soci di Pistoia, Pistoiassicura/gruppo Allianz, Fondazione Banca Alta Toscana, Fondazione Conservatorio San Giovanni Battista, Fidapa Pistoia, Confartigianato, Confesercenti e vari inserzionisti.

Il tavolo della Giuria e degli organizzatori del Premio.

Le cinque opere vincitrici, quelle segnalate e menzionate sono state scelte dopo un’attenta selezione da una qualificata giuria, composta da Giorgio Poli (presidente), Rita Becherucci, Carla Breschi, Piero Buscioni e Nicoletta Corsalini.

Questi i titoli e i nomi dei vincitori di questa edizione:

Primo: Presso Siena di Vincenzo Montuori (Cremona)
Secondo: L'ultimo Viaggio di Carmelo Consoli (Firenze)
Terzo: Il campo degli ulivi di Daniela Sandrolini (Marzabotto - BO)
Quarto: Quarantore di Maurizio Paganelli (Milano)
Quinto: Il mito d'oro di Giovanni Caso (Roccapiemonte - SA)

Questi invece i nomi dei segnalati e dei menzionati:
Giovanni Aniello (Marina di Minturno - LT), Mauro Corona (Roma), Egizia Malatesta (Massa), Luigi Paraboschi (Castelsangiovanni - PC) e Agostina Spagnuolo (Capriglia Irpina - AV); Danilo Bizzarri, Davide Rocco Colacrai, Maria Teresa Pancani, Dante Pastorelli e Bruno Piccinini.

Durante l'intervento del cav. prof, Giorgio Poli,
Veduta d'assieme della sala.

Hanno dato il benvenuto ai presenti e ai vincitori le parole del neopresidente del premio Filippo Querci e le note della Banda Borgognoni, che ha eseguito brani molto apprezzati da tutto il pubblico.

Dopo i saluti dei rappresentanti delle istituzioni, il presidente di giuria, il cav. prof. Giorgio Poli (il quale ha gestito per ben venticinque anni il premio rendendolo uno dei più longevi e prestigiosi d’Italia) ha letto le motivazioni delle poesie premiate e invitato i vincitori a ritirare i rispettivi riconoscimenti. Ai presenti è stato consegnato il Quaderno della LI Edizione, nel quale sono riportati i testi premiati e le relative motivazioni.

Nicoletta Corsalini premia Giovanni Caso,

Nell’Apertura del Quaderno scritta a quattro mani dal Presidente del premio, Filippo Querci, e dal Presidente di Giuria, Giorgio Poli, si legge che da quest’anno «Superata l’invidiabile soglia del mezzo secolo di vita, la cinquantunesima edizione costituisce una sorte di rinascita, vista la volontà del cav. prof. Giorgio Poli di fare un passo indietro, lasciando la cabina di regia, e di far spazio a forze fresche. Il Premio ha così mutato la sua struttura, passando da una gestione monopersonale ad una collettiva, dotandosi di una rinnovata e più ampia segreteria esecutiva, composta da forze nuove, alla ricerca di idee e energie che potessero aggiungersi al grande bagaglio di esperienza e competenza proprio del prof. Giorgio Poli

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza