Servizi
Contatti

Eventi



Grendel e il Poeta da Beowulf a Shakespeare

Saggio di Daniela Quieti
alle Giubbe Rosse

Sabato 4 marzo 2017 alle ore 17,30, presso il prestigioso Caffè Storico Letterario Giubbe Rosse in Piazza della Repubblica n. 13/14r a Firenze, si è svolta la presentazione del saggio Grendel e il poeta da Beowulf a Shakespeare della giornalista e scrittrice Daniela Quieti.

Tantissime le persone che sono intervenute, compreso i Presidenti di alcune associazioni fiorentine: (Paola Lucarini di Sguardo e sogno e Carmelo Consoli della Camerata dei Poeti), oltre a poeti, scrittori, pittori in un variegato pubblico che si è stretto inforno a lei in un ideale abbraccio.

Intervento di Jacopo Chiostri.
Veduta d'assieme della sala alle Giubbe Rosse.

A presentare la serata Jacopo Chiostri, giornalista e scrittore, Roberta Degl’Innocenti, scrittrice e poetessa, Alessandra Ulivieri della casa editrice Ibiskos Ulivieri con la quale è stato pubblicato il saggio, risultato poi vincitore del Primo Premio Saggistica Città di Empoli Domenico Rea, edizione 2016, come ricordato dall’editrice stessa nel corso del suo intervento.

Presente il giornalista Fabrizio Borghini di Toscana Tv che ha intervistato Daniela Quieti e fatto le riprese nel corso della manifestazione.

Intervento di Roberta Degl’Innocenti.
Roberta Degl'Innocenti, Alessandra Ulivieri e Daniela Quieti.

Di seguito una breve nota biografica dell’autrice:

Daniela Quieti, docente di Lingua e Letteratura inglese, iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti, dirige una collana editoriale e cura rubriche letterarie per alcune testate e riviste. É Presidente dell’Associazione Logos Cultura e Direttore responsabile dell’omonimo periodico, partecipa attivamente a rassegne, convegni internazionali e attività di volontariato socio-sanitarie. É membro di giuria di noti concorsi letterari. Ha pubblicato diversi libri di poesia, narrativa e saggistica e vinto prestigiosi premi sia in Italia che all’estero.

Prima di entrare nel vivo della manifestazione, con l’intervento dei relatori, sono stati chiamati a leggere una propria poesia alcuni poeti toscani (e non solo) per una sorta di condivisione con la protagonista della serata. Questi i nomi dei poeti che hanno letto un proprio testo: Anna Balsamo, Vittorina Castellano, Carmelo Consoli, Roberta Degl’Innocenti, Mara Faggioli, Grazia Finocchiaro, Angelo Imbraguglio, Marzia Serpi.

Paola Lucarini, Daniela Quieti, Alessandra Ulivieri e Roberta Degl’Innocenti.

Intervento di Daniela Quieti.

Il giornalista Jacopo Chiostri, che ha iniziato la presentazione, si è rivolto alla Quieti ringraziandola di essere tornata alle Giubbe Rosse, in quanto presente in varie altre manifestazioni precedenti, e ha parlato di questo nuovo, interessantissimo libro, entrando nel merito di alcuni passi del saggio, nella forma, nel linguaggio e nei contenuti.

Dopo il suo intervento, preciso e puntuale, la scrittrice Roberta Degl’Innocenti, dopo i ringraziamenti a Daniela Quieti per la sua presenza a Firenze, si è espressa sulla loro amicizia e stima reciproca, prima di illustrare la propria relazione sul libro:

Foto di gruppo degli intervenuti.

Al termine della propria relazione Roberta Degl’Innocenti ha letto la poesia posta che conclude il saggio di Daniela Quieti:

Nessun Uomo è un’isola (il cui verso ispirò l’omonimo romanzo “Per chi suona la Campana” di Ernest Hemingway)

Nessun uomo è un'isola (John Donne)

Nessun uomo è un'Isola,
completo in se stesso,
ogni uomo è un pezzo del continente,
una parte del tutto.
Se anche solo una nuvola

venisse lavata via dal mare,
l’Europa ne sarebbe diminuita,
come se le mancasse un promontorio,

come se venisse a mancare

una dimora di amici tuoi,

o la tua stessa casa.
La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,

perché io sono parte dell’umanità.

E dunque non chiedere mai

per chi suona la campana:
essa suona per te.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2017 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza